FAQ

RC Auto

Chiedere la modifica della polizza in base alle nuove caratteristiche del veicolo e del proprietario, se diverso, consegnando contestualmente contrassegno, certificato di assicurazione e carta verde.
Si, rimborsando l’importo liquidato a titolo definitivo su un sinistro, non solo la polizza non viene penalizzata ma si ottiene il miglioramento della classe di merito come se il sinistro stesso non fosse mai accaduto. In generale questa è un’opportunità qualora il danno sia di lieve entità e la polizza preveda una classe di merito a media classifica. Inoltre, qualora il sinistro rientri nel regime di indennizzo diretto, il rimborso dovrà essere effettuato alla così detta “camera di compensazione” dell’ISVAP. Per verificare la convenienza economica nel caso specifico e ottenere tutta l’assistenza per cogliere tale opportunità è consigliabile rivolgersi alla propria Agenzia di assicurazione.
Premesso che qualora per un dato sinistro sia prevista la procedura dell’indennizzo diretto, è obbligatorio rivolgersi alla propria compagnia e che non è possibile intentare causa nei confronti della controparte, si è in regime di indennizzo diretto quando:
  • c’è stata collisione tra due soli veicoli
  • il sinistro è avvenuto in Italia tra veicoli immatricolati in Italia, compresi i ciclomotori dotati della nuova targa che permette il trasporto del passeggero
  • l’incidente non ha causato il decesso o lesioni con invalidità permanente superiore al 9% dei conducenti dei veicoli.
Il danneggiato deve presentare richiesta di risarcimento alla propria compagnia compilando il modulo CAI – Constatazione Amichevole di Incidente a firma singola dell’assicurato stesso o congiunta con quella della controparte. In caso di firma congiunta la liquidazione avviene sempre in tempi molto rapidi entro un massimo di 30 giorni, mentre con firma singola è necessario verificare la versione della dinamica dell’incidente fornita dalla controparte e quindi l’attesa può prolungarsi fino a un massimo di 60 giorni.
Se si subisce un sinistro con ragione, anche parziale, sarà la propria compagnia e non quella dell’altro a liquidare il danno. Oggi, scegliere la compagnia di assicurazione è un fatto importante ed è indispensabile valutare, oltre al prezzo, l’affidabilità e la qualità del servizio offerto in particolare dall’Agenzia che è incaricata di assistere il cliente non solo nell’incasso del premio, ma anche nella liquidazione del danno.
Va premesso che i massimali indicano il massimo risarcimento che la Compagnia è tenuta a pagare e essi operano anche per i danni ai trasportati, compresi i famigliari più stretti e quindi avere un elevato massimale RC Auto è utile non solo per i cosiddetti “altri”, ma anche per i propri cari e quindi per la famiglia.
  • nel caso di danni alla persona è fissato un importo minimo di copertura nella misura di 6.070.000,00 € per sinistro, indipendentemente dal numero delle vittime;
  • nel caso di danni alle cose è fissato un importo minimo di copertura nella misura di 1.220.000,00 € per sinistro, indipendentemente dal numero dei danneggiati.
Tali massimali possono ovviamente essere aumentati su richiesta dell'assicurato; ad esempio a 25.000.000 € o più con un costo di pochissimi euro di differenza.
Se una delle persone indicata nello stato di famiglia acquista una autovettura sia di prima immatricolazione che con passaggio di proprietà, ha diritto di vedersi riconosciuta la classe di merito più bassa indicata sulle polizze della famiglia stessa.
Sì a tutti gli effetti ma, poiché si entra in uno Stato sovrano, le autorità locali potrebbero eccepire la validità dell'assicurazione.
La risposta e SI’ in ogni caso. Con l’approvazione del Decreto Legge 18 ottobre 2012 n.179 (c.d. Decreto Sviluppo) tutte le polizze RC Auto e rischi collegati, anche se stipulate precedentemente, subiscono le seguenti modifiche:
  • Le polizze si risolvono automaticamente alla loro scadenza naturale senza necessità di inviare la disdetta.
  • La durata delle polizze è annuale o, su richiesta dell’assicurato, di un anno più frazione al fine di permettere l’eventuale unificazione delle scadenze con altre possedute dal cliente.
  • Le Compagnie sono tenute a mantenere operante la copertura assicurativa per 15 giorni successivi alla scadenza naturale
Rimane sempre gradita l'informazione telefonica o con email che non si intende rinnovare al fine di permettere all'agenzia di distinguere i casi di eventuali dimenticanze con rischio di scopertura assicurativa. Va precisato che la scadenza semestrale non è quella naturale e quindi il premio è ovviamente dovuto.
In caso di vendita, di demolizione o di esportazione all’estero del veicolo in corso di contratto, purché la relativa garanzia RC Auto non venga trasferita su altro veicolo, In caso di furto del veicolo, con riferimento al periodo che va dal giorno successivo alla denuncia all’autorità di pubblica sicurezza a quello di scadenza indicato nel certificato di assicurazione. In tutti i casi sarà restituita la parte di premio pagata e non goduta al netto delle imposte di Legge e al contributo per SSN e dal momento della restituzione del certificato e contrassegno di assicurazione e la carta verde.

Polizze Non RC Auto

C’è una tendenza generalizzata di una sorta di “immunità” per coloro che sono in affitto, cosa che non corrisponde assolutamente al vero. Infatti l’inquilino per codice civile è tenuto a rispondere, non essendo di sua proprietà, dei danni causati all’immobile da lui occupato e quindi è esposto in modo ben più grave del proprietario che, diversamente, potrebbe anche rinunciare al ripristino dell’abitazione a seguito di un sinistro. In particolare nel caso di incendio, anche di piccole proporzioni, in quanto il solo intervento dei Vigili del Fuoco, spesso crea un danno elevato al fine di evitare l’estendersi del fuoco. C’è poi il rischio di incendio e furto dei propri arredi ed effetti personali nonché la responsabilità della conduzione dell’abitazione per danni a terzi, siano essi altri condomini che passanti, come previsto dalla polizza CasaTua. Va precisato, infine, che tutte le coperture previste dalla polizza condominiale sono esclusivamente a favore dei proprietari e non degli inquilini.
Normalmente il condomino può contare sulla polizza condominiale che lo tutela dai danni che può subire il proprio appartamento e la responsabilità civile della proprietà, ma non quella della conduzione, tipica della RC della Famiglia. Rimangono scoperti, inoltre, i rischi legati all’arredamento e agli effetti personali, sia per l’incendio che per il furto, che vanno assicurati individualmente come ad esempio con la polizza CasaTua.
Certo, perché la polizza RC Auto copre i danni a terzi, compresi i trasportati anche se famigliari ma non può coprire anche il guidatore per non può essere terzo di se stesso. E’ abituale abbinare alla polizza RC Auto una copertura infortuni che possa colmare questa mancanza di garanzia, al fine che un incidente stradale non possa arrecare un danno economico che metta in difficoltà un’intera famiglia.
Si sa che per nostra indole non siamo portati ad analizzare quali siano le coperture previste per Legge di noti contratti di lavoro e quindi ritenere che, in qualità di dipendente, tutti siamo tutelati. Purtroppo ciò non è vero nemmeno per chi ha un contratto a tempo indeterminato, per non parlare degli atri casi. Infatti il datore di lavoro è tenuto a conservare il posto al dipendete in malattia o infortunio per un periodo che va dai 6 ai 12 mesi, dopo i quali ha il pieno diritto al licenziamento. Una polizza permette all’assicurato di contare, in caso di grave infortunio, sulla completa sostituzione del reddito di alcuni anni, come previsto dalla polizza Scacciapensieri.
Tutte le responsabilità ai quali è soggetta la Famiglia, anche di fatto, per i danni che possono essere cagionati a terzi da un componente. Per far capire quali siano i rischi reali è meglio fare alcuni esempi. Oltre alla conduzione dell’appartamento per lo spargimento d’acqua dalla lavatrice o la caduta del vaso di fiori dalla finestra, si pensi all’andare in bicicletta, all’urtare involontariamente un passante spingendolo sulla carreggiata dove transita un veicolo, al risotto ai funghi di bosco tra i quali c’era uno non commestibile, alle mille cose che possono causare i figli nello loro giusta esuberanza, a tutte quelle cose che nemmeno la nostra fantasia è in grado di immaginare, ma che la polizza CasaTua copre comunque.
La vita di ognuno di noi è diversa sia nel senso delle attività che della salute ma ci accomuna il fatto che come da bambini abbiamo necessità di essere accuditi dai genitori, così nella tarda età, salvo casi particolari, siamo bisognosi di assistenza se non in grado di essere autosufficienti. La polizza LTC prevede proprio la liquidazione di una rendita in grado di sostenere le spese di assistenza in caso di non autosufficienza dell’assicurato che non sia in grado di compiere, in maniera presumibilmente definitiva, almeno 4 su 6 delle ADL (Activities of Daily Living) sotto definite, neanche con l'aiuto di mezzi meccanici. La definizione dello stato di Non Autosufficienza prende in considerazione le seguenti ADL:
  1. Muoversi nella stanza: l'Assicurato, nonostante l'utilizzo di stampelle o di una sedia a rotelle, necessita dell'aiuto di un'altra persona per la propria mobilità;
  2. Alzarsi e mettersi a letto: l'Assicurato non è in grado di recarsi a letto o di lasciare il letto senza l'aiuto di un'altra persona;
  3. vestirsi e svestirsi: l'Assicurato non è in grado di vestirsi o svestirsi senza l'aiuto di un'altra persona, nonostante l'uso di abiti idonei;
  4. Consumare cibi e bevande: l'Assicurato non è in grado di mangiare e di bere senza l'aiuto di un'altra persona, nonostante l'uso di posate e recipienti per bere idonei;
  5. Lavarsi, pettinarsi e farsi la barba: l'Assicurato deve essere lavato, pettinato ed eventualmente rasato da un'altra persona, non essendo in grado di eseguire i movimenti del corpo necessari;
  6. Funzioni fisiologiche: l'Assicurato necessita dell'aiuto di un'altra persona poiché non è autonomamente in grado di espletare le normali funzioni fisiologiche e tutti gli atti di elementare igiene personale. In caso di una sola incontinenza (o dell'intestino o della vescica) compensabile con l'uso di assorbenti igienici, non sussiste lo Stato di Non Autosufficienza di cui al presente punto.
Ma non tutte LTC sono uguali, pertanto va fatta attenzione che le condizioni siano a “vita intera” ovvero il sinistro liquidabile non abbia limiti di età come previsto dalla polizza Saggiamente.
Una volta, non molto tempo fa, per assicurare un’attività era necessario ricorrere alle polizze Incendio, a quella Furto, alla Responsabilità Civile, alla Cristalli e ai così detti Eventi speciali, intesi come atti vandalici ed eventi naturali come grandine, uragani, bufere, eccetera. Oggi, fortunatamente, non è più così, in un unico contratto in grado di armonizzare le condizioni di polizza per i diversi rischi, l’assicurato può tutelare la sua attività in piena sicurezza, mantenendo la possibilità di scegliere i rischi da assicurare per un giusto rapporto garanzie-premio, come previsto dalla polizza MyBusiness.
Con addebito mensile sul conto corrente bancario o postale (RID) attivabile direttamente in agenzia con la tessera Bancomat.
Dipende dal numero di moduli scelti e dall’età dell’assicurato ma in ogni caso la spesa è molto contenuta perché mediamente con 35/50 € si ottiene già una copertura completa per la famiglia. In ogni caso è possibile optare anche per una protezione parziale già a partire da soli 5 €
E’ un modo assolutamente nuovo di proteggere la famiglia attraverso un semplice abbonamento mensile in grado di tutelare contro tutti i rischi e per questo viene definito, appunto, “abbonamento alla serenità”. Con un unico contratto il cliente può scegliere tra i 13 moduli che lo compongono per garantire il giusto indennizzo a fronte di eventi che riguardano l’abitazione, la responsabilità della famiglia, l’invalidità a seguito di infortunio o malattia, la premorienza, l’assistenza per l’abitazione e per la persona e l’assistenza in caso di guasto, malore o incidente stradale in auto. L’abbonamento, oltre a poter essere costruito su misura del cliente, può essere modificato in ogni momento aggiungendo o togliendo i singoli moduli perché le esigenze assicurative della famiglia mutano nel tempo.
Vedi lo schema a questo link: Autonomo
Vedi lo schema a questo link: Dipendente

Vita e finanza

Nei Fondi dedicati alla previdenza:
  • 'organo di controllo è il COVIP
  • gli importi versati possono esser dedotti dal proprio reddito fino a un massimo di 5.164 € annui ottenendo così un notevole risparmio fiscale sia sulle imposte statali (IRPEF) che quelle locali (imposte regionali, comunali e ICI)
  • i capitali maturati non si possono ritirare prima di andare in pensione, salvo gli anticipi ottenibili in casi eccezionali come previsto ad esempio per il TFR
  • il capitale al momento della pensione può essere ritirato per non oltre il 50% mentre il restante 50% deve essere convertito in pensione, salvo casi nei quali detto capitale risulti modesto (orientativamente non oltre 50.000,00 €)
  • gli utili sono tassati annualmente con l'aliquota del 11%
  • il capitale, al netto degli utili maturati, è soggetto a tassazione separata del 15% che si riduce in caso di permanenza nel Fondo per oltre 15 anni, fino al 9%.
Nei Fondi NON dedicati alla previdenza:
  • l'organo di controllo è l'ISVAP
  • gli importi versati non possono essere dedotti dal reddito
  • si ha la libertà di incassare il capitale maturato in qualsiasi momento
  • gli utili sono tassati annualmente al 12,5%
  • la liquidazione non è soggetta a tassazione.
Si tratta di un vantaggio, come ad esempio previsto nella polizza Sistema Risparmio Sicuro che, in aggiunta alla garanzia sul capitale prevede la trasformazione automatica anno per anno degli interessi che quindi diventano a loro volta capitale e quindi esenti da rischi
Tutti i versamenti effettuati in un Fondo pensione, con il limite di 5.164,56 € annui (le vecchie 10.000.000 di lire) possono essere messi in detrazione dal reddito e quindi ottenere un risparmio fiscale pari all’aliquota maggiore sommata agli addizionali regionali e comunali. 23% fino a 15.000 € 27% da 15.001 a 28.000 € 38% da 28.001 a 55.000 € 41% da 55.001 a 75.000 € 43% oltre 75.000 € 0,9% Addizionare regionale (FVG) 0,8% Addizionale comunale (TS) Esempi su un reddito lordo di 20.000 € il risparmio è del 28,7% (27 + 0,9 + 0,8) su un reddito lordo di 60.000 € il risparmio sale al 42,7% (41 + 0,9 + 0,8) La liquidazione in un Fondo pensione, invece, è del 15% ridotta del 0,4% per ogni anno superiore ai primi 15 di permanenza nello stesso o altri Fondi con un limite minimo del 9% Sostanzialmente si va su un differenziale di tassazione che va dal 9 - 11,5% rispetto a un 28,7% o 42,7% come indicato negli esempi

Prestiti

In primo luogo perché la cessione, fermi i limiti del 20%, non è soggetta a rifiuti di finanziamento come avviene nella maggioranza dei prestiti e poi perché spesso, pur considerando i costi assicurativi, i tassi applicati sono più bassi, venendo meno il rischio di insolvenza per l’istituto erogatore.
Si chiama Delega quella parte di rata mensile che eccede il 20% dello stipendio. Diversamente dalla cessione che è un diritto di ogni cittadino la delega, per essere attivata, è necessaria l’autorizzazione del datore di lavoro.
E’ un sistema di rogazione del prestito basato sull’addebito non sospendibile di un importo massimo del 20% dello stipendio o pensione per il pagamento della rata di un prestito. Le durate possono arrivare al massimo a 120 mesi e il contratto prevede – obbligatoriamente – un’assicurazione sulla vita, più quella sulla perdita dell’impiego per i dipendenti.
Dopo la crisi finanziaria tutti gli istituti di credito, oltre a non avere molta liquidità, devono stare molto attenti a non avere in portafoglio situazioni di insolvenza non potendo, per motivi commerciali, aumentare i tassi del prestito per far fronte alle situazioni critiche. Infatti, oltre a rifiutare finanziamenti a chi ha avuto anche piccole e insignificanti sviste nel pagamento di rate, sono molto attenti a limitare a poche migliaia di euro i prestiti a coloro che non ne avevano mai richiesto uno.

Aziende

Conoscendo in modo oggettivo i clienti ai quali concedo la dilazione dei pagamenti dopo la consegna della merce o del servizio. Per fare questo è indispensabile che le informazioni siano fornite da terzo che si basa su parametri oggettivi, come ad esempio la DATAFIN. L’abbinamento, non obbligatorio, tra le informazioni commerciali e il servizio di recupero crediti in caso di insolvenza, costituiscono servizi che incidono positivamente sul bilancio e quindi sugli utili.
Perché con DATAFIN il costo per il recupero dell’insolvenza è definito prima dell’avvio della pratica e quindi permette all’imprenditore di decidere se e come agire senza temere possibili future sorprese.
E’ un software nato dall’esperienza dei specialisti Allianz che, seguendo la logica dei comparatori, ci permette di fare una puntuale analisi dei contratti assicurativi che le Aziende hanno già in essere con altre Compagnie.  Consente di analizzare gli aspetti normativi dei contratti, evidenziando, attraverso una scala di valutazione, un giudizio oggettivo della copertura in corso e produrre un documento sintetico, semplice, ma ad alto valore aggiunto che raccoglie valutazioni e suggerimenti relativi alla posizione assicurativa dell’Azienda.
Il legislatore con gli art. 2392, 2396 e 2407 del c.c. ha stabilito che gli amministratori di tutte le società di capitale e le associazioni rispondano in solido, personalmente e illimitatamente con il proprio patrimonio per le violazioni degli obblighi e/o per la colposa inosservanza dei doveri loro imposti dalla Legge e dallo statuto nei confronti dei terzi ed, indirettamente, nei confronti della Società per la quale operano. E’ importante sottolineare che tale rischio è assicurabile individualmente da ogni amministratore oppure dalla stessa società per tutto il CDA con diritto di dedurre il premio quale spesa aziendale.
I primi riguardano la fisicità del danno che abbia lesionato una persona o danneggiato un oggetto, mentre quelli patrimoniali emergono a seguito di un errore amministrativo effettuato nello svolgimento dell’attività professionale ed è tipico dei professionisti, dei dipendenti pubblici con o senza carriera direttiva, degli amministratori di società, eccetera. Il problema a volte viene sottovalutato, come ad esempio nel pubblico impiego, nonostante il rischio che un errore che comporti un danno patrimoniale all’Ente o a terzi può intaccare il patrimonio personale, compresa la proprietà immobiliare.
In teoria qualora non siano state rispettate le norme di sicurezza, in pratica nella quasi totalità dei casi perché se un infortunio è potuto accadere l’Istituto sostiene che qualche carenza in termini di sicurezza ci sia stata e riuscire a rispettare tutte le miriade di norme esistenti è pressoché impossibile. La rivalsa esercitata dall’INAIL consiste nel addebitare l’intero importo liquidato al datore di lavoro e se si è in presenza anche di una invalidità permanente modesta, l’importo ammonta subito a centinaia di migliaia di euro. In altre parole l’INAIL provvede a tutelare esclusivamente il dipendente assicurato ma non il datore di lavoro che paga il premio, al quale non resta che assicurarsi con una Compagnia di assicurazioni con la garanzia RCO Responsabilità Civile Operai e impiegati. In diverse realtà produttive o commerciali, spesso è maggiormente indispensabile avere la garanzia RCO (senza franchigia) che quella per i danni a terzi.
Va precisato in primo luogo che in caso d’incidente avvenuto per colpa di un guidatore in stato di ebbrezza, la compagnia ha diritto a rivalersi dell’intero importo liquidato sul guidatore stesso e sul proprietario del veicolo che rispondono in solido. E’ possibile, con un modestissimo sovrappremio sulla polizza R.C. Auto escludere il diritto di rivalsa per questa tipologia di sinistri nei confronti del proprietario del veicolo.

Polizze viaggi

Solo in Europa e solo in quegli stati con i quali il SSN ha sottoscritto un accordo reciproco in tale senso e chiedendo l’estensione all’estero, facendo attenzione che ci possono essere diversi trattamenti tra dipendenti pubblici e privati e autonomi
Che si deve sottostare al pagamento di una penale che, in funzione della data nella quale si verifica l’evento, possa essere pari al costo dell’intero viaggio o una percentuale. E’ possibile assicurare questo rischio stipulando una polizza almeno 21 giorni prima della partenza.
Solo in Europa e solo in quegli stati con i quali il SSN ha sottoscritto un accordo reciproco in tale senso e chiedendo l’estensione all’estero, facendo attenzione che ci possono essere diversi trattamenti tra dipendenti pubblici e privati e autonomi

Varie

Certamente con addebito mensile sul conto corrente bancario o postale, grazie alla convenzione che abbiamo stipulato con il nostro partner AGOS. Ad esempio per una somma di premi di 700,00 € la rata mensile, comprensiva di tutte le spese bancarie, ammonta a 63,58 € più il bollo di legge per 14,62 € che viene addebitato sulla prima rata.
Informarne immediatamente l'Agenzia non solo per comunicare il nuovo recapito ma, in particolare, per apportare i necessari aggiornamenti alle polizze con possibile modifica del premio. Infatti la residenza è uno dei parametri contrattuali in base ai quali viene stabilito il rischio e di conseguenza il premio per quasi tutte le polizze, RC Auto compresa. La mancata variazione di polizza può comportare, in caso di sinistro, una liquidazione parziale, con riduzione proporzionata al maggior premio che si avrebbe dovuto pagare
I dipendenti di enti o aziende convenzionati, possono pagare il premio a mezzo trattenuta mensile sullo stipendio sottoscrivendo una semplice delega che autorizza la trattenuta pari a un dodicesimo del premio senza l’aggiunta di alcun onere. Tale delega ha valore esclusivamente per quella singola operazione e quindi dovrà essere sottoscritto nuovamente al rinnovo di polizza. Il rilascio della delega può essere effettuato a mezzo del nostro sito www.bvassicurazioni.it oppure a mezzo fax.
Le necessità che richiedono una pronta assistenza anche in orari diversi da quelli di apertura degli uffici possono essere il guasto del veicolo, la rottura dei cristalli o un guasto nella propria abitazione. A condizione di aver sottoscritto le relative garanzie (assistenza per il veicolo e/o le garanzia aggiuntive per i cristalli e/o la polizza CasaTua per l’abitazione) i numeri sono i seguenti:
800 686868                se il richiedente si trova in Italia
+39 0226609443         se il richiedente si trova all’estero
+39 040312400           per altre necessità o informazione durante l’orario di apertura degli uffici
Certo ed è un fatto frequente. Il primo esempio lo vediamo nella classica RC Auto dove, in regime di indennizzo diretto, la compagnia provvede direttamente alla riparazione del danno attraverso una carrozzeria fiduciaria, compreso il ritiro e la riconsegna del veicolo a domicilio. Un secondo esempio, sempre nella RC Auto, lo si riscontra nella garanzia Assistenza che vede l’intervento diretto in molteplici situazioni di Mondial Assitance, tra le quali l’invio immediato del carro attrezzi. Altri esempi sono riscontrabili nelle polizze Infortuni e Malattia e addirittura nella polizza CasaTua, per l’abitazione, che prevede l’invio dell’elettricista, del idraulico o del fabbro, entro tre ore, compreso il diritto di chiamata e due ore di manodopera.

BV Assicurazioni & Servizi

Via Locchi, 19/A
34123 TRIESTE
Tel.: +39 040 312400
Fax: +39 040 312535
E-mail: info@bvassicurazioni.it
bvassicurazioni@pec.it

Orario

Dal lunedì al giovedì
8.30 - 13.00 e 15.00 - 17.00
Venerdì : 8.30 - 13.00
TOP
Lasciaci il tuo numero e ti telefoniamo noi!

Campi obbligatori (*)

Numero di telefono*

Nome e cognome

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo le modalità espresse nella PRIVACY POLICY*:

×

Contatti

Via Locchi, 19/A – Trieste
+39 040 312400
+39 040 312535
info@bvassicurazioni.it
contact-popover-girl Clicca qui Ti telefoniamo noi!

Utilizzando il sito, accetti l'impiego di alcuni cookie tecnici. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi